se vi piacciono i miei lavori...

Filet all'uncinetto

Trucchetti per lavorare bene e non solo:

In questo mio blog propongo spesso schemi per lavori da eseguire con la tecnica del filet all'uncinetto.
Adesso mi propongo di spiegare a chi mi segue qualche trucco per lavorare bene all'uncinetto.

  1)Scegliere con cura il filato, deve essere di buona qualità. Pensate che impiegherete tempo e lavoro e dovete augurarvi che ciò che realizzerete duri il più a lungo possibile nel tempo. Quindi vi sconsiglio di usare filati economici o recuperati disfacendo vecchi lavori.

  2)Scegliere il filato più adatto a ciò che vi accingete a realizzare. I filati più grossi conferiranno un aspetto più rustico e pesante al vostro lavoro, quelli più sottili un aspetto più raffinato ed elegante.
Vi faccio un esempio: se dovete realizzare un copritavolo per la cucina, esso potrà avere un aspetto più o meno rustico, se realizzate dei centri per la camera da letto, o delle bomboniere, o dei pizzi sarà preferibile che abbiano un aspetto più raffinato.

  3)Scegliete l'uncinetto più adatto al filato che avete deciso di usare. Di solito le indicazioni riguardo al numero dell'uncinetto le trovate sulla fascetta del filato.
Io però voglio darvi un ulteriore consiglio:
se lavorate in modo più morbido scegliete un uncinetto un po' più piccolo di quello consigliato, in questo modo il vostro lavoro risulterà più compatto e preciso.

  4)Lavorate sempre in un luogo ben illuminato con luce naturale (preferibile) o artificiale.

  5)Di solito, per lavorare, si prediligono filati dai colori delicati, o comunque chiari. Se invece scegliete colori scuri o forti come il nero o il rosso eviate di lavorare la sera tardi per non sforzare troppo gli occhi e preferite lavorare di giorno alla luce del sole.

  6)Tenete sempre il filato ben teso tra le dita, i movimenti della mano che tiene l'uncinetto devono essere regolari e precisi.

  7)Cercate di lavorare in modo non troppo morbido (questo vale soprattutto per i lavori a filet), in questo modo il lavoro sarà più compatto e non si deformerà dopo il primo lavaggio.

  8)Se siete ancora inesperte non cimentatevi con lavori complicati, ma prediligete lavori semplici e di veloce esecuzione, in questo modo vi abituerete a lavorare con calma e sarete comunque soddisfatte del vostro lavoro.
I progressi arriveranno con il tempo e con l'esperienza.

  9)I lavori a filet, per poter essere ammirati in tutta la loro bellezza, vanno lavati con cura, asciugati su una superficie piana e stirati bene.

  10)Chi invece volesse lavorare all'uncinetto con la lana per realizzare sciarpe, cappelli, stole, poncho ecc... deve fare attenzione a lavorare invece in modo morbido, senza tirare troppo il filo, per evitare che il lavoro risulti troppo rigido. I capi in lana lavorati a mano non vanno mai (e dico mai) lavati in lavatrice, bensì a mano con un detersivo per delicati. Vanno poi stesi all'ombra su una superficie piana.

N.B. Questi sono solo piccoli consigli dettati dalla mia esperienza personale, mi piace condividerli con voi e sapere cosa ne pensate e spero possano essere utili a qualcuno, specie a chi ha imparato da poco. Non mi ritengo un'esperta in materia, né voglio sembrarlo.

2 commenti:

  1. Ciao e complimenti per il tuo blog. Io mi chiamo Katiuscia e adoro in parte le cose che piacciono anche a te. Ho 34 anni e ho un bimbo di 8 e uno/a in arrivo. Adoro leggere, scrivere, uncinetto, musica, decoupage, fai da te in genere e tutto ciò che mi permette di far correre libera la mia fantasia. Se ti va possiamo tenerci in contatto e scambiarci anche schemi di lavori. Un abbraccio e ancora piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Katiuscia, piacere di conoscerti! Certo che possiamo tenerci in contatto, mandami una e-mail quando vuoi! Auguri per il tuo bimbo (o per la tua bimba, non importa il sesso, l'impostante è che stia bene). Un saluto e continua a seguirmi se ti fa piacere!

      Elimina

♥Grazie per aver lasciato un commento♥

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.